Animali in ospedale

Animali in ospedaleL’ospedale di Prato ha ammesso Ulisse ad entrare nella struttura ospedaliera per trovare la sua mamma umana. La signora dopo una lunga lontananza dal cagnolino ha dimostrato una felicità mai vista in un ospedale, Ulisse non da meno, ha riempito di coccole la sua mamma umana.

L’Azienda Sanitaria Toscana, ha deciso che i pazienti potranno ricevere la visita del proprio “amico Animale”, grazie al regolamento adottato nel dicembre scorso per l’accesso degli animali d’affezione in visita ai degenti nelle strutture ospedaliere.

I sanitari riferiscono che l’obiettivo è quello di stimolare la guarigione e favorire i benefici fisici e psicologici del paziente. Le ricerche effettuate in centinaia di ospedali di tutto il mondo, hanno dimostrato aspetti positivi per la guarigione dei pazienti.

Ansia, stress, serenità, insomma gli Animali trasmettono calore affetto e aiutano a soddisfare i bisogni di sicurezza nei pazienti ricoverati, soprattutto nei bambini e negli anziani.

Ora ci aspettiamo che tutti gli ospedali e le Aziende Sanitarie italiane adottino queste regole per il bene dei pazienti e dei loro amici a quattro zampe.

Condividi
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Technorati