Corteo nazionale per Birillo contro la legge 189

Lettera aperta del presidente di Associazione Animalisti Alessandro Mosso:

Carissimi amici,
Dopo i fatti accaduti a San Benedetto Po (MN) sto organizzando personalmente una manifestazione popolare per sensibilizzare la cittadinanza alle gravi mancanze dello Stato sulla tutela degli animali e sulle irrisorie pene inflitte ai colpevoli di reati come questo.

Per smuovere l’opinione pubblica è necessaria una mobilitazione nazionale affinché si sappia che senza una revisione e inasprimento della legge attuale, i soggetti socialmente pericolosi continueranno a maltrattare e uccidere gli animali con grave rischio sociale.

Faccio leva sulla vostra etica animalista affinché partecipiate numerosi.
Un caro saluto
Alessandro Mosso

Comunicato Stampa

SABATO PROSSIMO 14 LUGLIO alle ore 17,00 Piazza Duca d’Aosta (Piazza Stazione Centrale di Milano). 

Le associazioni animaliste scendono in piazza con un corteo nazionale per BIRILLO (ucciso con una carabina da un miserabile individuo in provincia di Mantova) e contro una legge che non solo non viene applicata ma che alla luce dei continui delitti, dovrebbe essere modificata e inasprita. 

Infatti, la legge 189/2004modificata in parte” sulla scia di Aronne, bollito vivo nel 2002 sempre in provincia di Mantova, nei suoi articoli prevede una pena (irrisoria) che non viene mai applicata come dovrebbe o se viene applicata come nel caso Angelo di Sangineto (cs) prevede, tra affidamento in prova, art.21 e sconti di pena, il nulla per questi tremendi reati. 

SONO INVITATI A PARTECIPARE, ASSOCIAZIONI, GRUPPI, ANIMALISTI E OGNI CITTADINO CHE GRIDA VENDETTA AL COSPETTO DELLA LEGGE ITALIANA PER QUESTI BARBARI DELITTI. 

VOGLIAMO, ESIGIAMO che la magistratura applichi la pena massima sia come ammenda che come reclusione a chi si macchia di questi orribili delitti socialmente pericolosi. 

VOGLIAMO, ESIGIAMO che l’Italia faccia proprio il trattato di Lisbona che all’articolo 13 prevede “gli animali sono esseri senzienti (…)” imponendo che anche le normative nazionali tengano conto di tale principio superiore.

VOGLIAMO, ESIGIAMO che il governo italiano, inasprisca le attuali leggi e che legiferi in parlamento una norma che preveda l’uccisione di animali equiparata a quella degli umani. 

Per BIRILLO, ANGELO, MORO, PILÙ, ARONNE e tutti gli animali uccisi senza ragione da umani senza scrupoli. 

Chi uccide un animale a sangue freddo e senza motivo è socialmente pericoloso, tale conclusione è dimostrata da scienziati, criminologi e psichiatri di tutto il mondo. 

UNIRSI A QUESTA MANIFESTAZIONE DOVREBBE ESSERE UN OBBLIGO MORALE E CIVILE PER TUTTI I CITTADINI INDIGNATI DA QUESTI ACCADIMENTI.
#BirilloUnoDiNoi

Evento su facebook
quì la mappa per arrivare:

Condividi
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Technorati