Da Yulin al benessere animale

Da Yulin al benessere animale

YulinI cinesi non finiranno mai di stupire il mondo occidentale. Le loro differenze interne, sono da sempre state esagerate e contrastanti. Ora avviene qualcosa che potrebbe davvero aiutare il cambio di mentalità retrograda di alcune province cinesi, specialmente la provincia autonoma di Guangxi.

In via sperimentale da quest’anno nelle scuole cinesi gli studenti potranno scegliere se partecipare ai corsi sul rispetto etico che dovranno avere nei confronti degli animali. Gli insegnanti spiegheranno la legislatura vigente degli Animali da compagnia, d’allevamento e di quelli selvatici.

Il Ministero dell’Istruzione cinese ha dato dictat precisi ai docenti, gli studenti dovranno conoscere i danni arrecati agli Animali che vengono allevati e uccisi per il consumo umano in modo abusivo e crudele. Dovranno visitare centri di recupero di animali randagi e aziende agricole per capire la sofferenza degli Animali.

L’obbiettivo del Ministero cinese del Ministro Chen Baosheng è quello di trasmettere agli studenti cinesi l’importanza del benessere degli animali in Cina.

La Cina ha compiuto un grande passo di civiltà, nell’ultimo anno si sono contati oltre 30 milioni di cani e gatti uccisi per il Festival di Yulin. Speriamo che questa presa di posizione governativa possa davvero cambiare le cose, in tutto il territorio cinese.

Condividi
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Technorati