La Romania anche in Italia, gli Animalisti Onlus dicono di No

animalisti-onlusLa Romania anche in Italia?, gli Animalisti Onlus dicono di No. Il 12 novembre il Consiglio regionale dell’Abruzzo dovrà esprimersi in merito alla proposta di legge n. 424/2012Norme sul controllo del randagismo, anagrafe canina e protezione degli animali d’affezione”, meglio conosciuta come legge “ammazza-cani”, già approvata ad unanimità in quinta Commissione. La proposta di legge porti la firma anche del consigliere Walter Caporale presidente degli Animalisti Italiani onlus, questo ci porta ad esprimere il massimo sdegno per questo consigliere/presidente che dovrebbe difenderli i cani e non ammazzarli.
Se fosse approvata verrebbe introdotta la possibilità di effettuare la soppressione eutanasica degli animali su richiesta del proprietario, la possibilità di abbattere i cani inselvatichiti, la sterilizzazione dei randagi non sarà più obbligatoria per legge. Giuridicamente questa proposta di legge è incostituzionale in quanto in evidente conflitto con la legge quadro in materia di animali di affezione e prevenzione del randagismo e l’articolo 544 – bis del Codice penale che punisce con la reclusione fino a due anni chiunque senza necessità cagiona la morte di un animale.
Il 14 dicembre in occasione del Corteo di Animalisti Onlus, avremo la possibilità di evidenziare tutto il nostro disprezzo verso questa proposta di legge che è una ignominia per la nostra cultura. Vi preghiamo di non confondere la nostra Associazione Animalisti Onlus con gli Animalisti Italiani.

Condividi
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Technorati