L’educazione civica in Italia indietro di 1000 anni

circhiL’Austria, la Croazia, Malta, la Slovacchia ed altre nazioni stanno attuando piani d’intervento per abolire la sofferenza degli Animali nei circhi. L’Italia è uno dei pochi paesi che ad oggi ancora sovvenziona con denaro pubblico i circhi. L’indignazione degli italiani supera l’80% della popolazione, il Governo italiano deve prendere atto che questa indifferenza sugli animali dei circhi.

Come può un popolo continuare a sovvenzionare lo sfruttamento di Animali per il mero divertimento di qualche imbecille” tuona il nostro presidente Alessandro Mosso, e continua “Un paese civile deve insegnare ai propri figli il rispetto della natura e degli Animali che la popolano. Se continuiamo questa barbara usanza degli Animali nei circhi, insegnamo ai nostri figli la sottomissione, la violenza e la prevaricazione verso qualsiasi specie, compresa quella umana

L’Associazione Animalisti Onlus, chiede al Presidente del Consiglio Matteo Renzi di interrompere immediatamente le sovvenzioni ai circhi. Il Governo nazionale deve vietare gli attendamenti circensi nel nostro territorio. Attualmente molti Comuni italiani hanno vietato l’uso di alcune specie nei circhi, ma noi chiediamo che questo sia esteso a tutto il territorio nazionale.

L’allarme da tenere in esame è la disinformazione, la diseducazione all’etica. Non è accettabile vedere sfruttati migliaia di Animali senza muovere un dito. Tutto questo deve far riflettere le condizioni di arretratezza etica che ci sono in Italia.

Condividi
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Technorati