Processo a Bergamo per il serial killer dei gatti

Processo a Bergamo per il “presunto” serial killer dei gatti. E’ iniziato a Bergamo il processo contro l’uomo sospettato di avere ucciso e torturato moltissimi gatti, il presunto killer, nel 2014 ha seminato il panico tra i volontari di Trescore Balneario (Bergamo) e altri luoghi in Italia. È imputato per il reato di uccisione di animali (articolo 544 bis del Codice Penale).

Le uccisioni secondo gli inquirenti erano particolarmente efferate. Il soggetto, individuava le proprie vittime attraverso le inserzioni sui social network e su siti web relative all’adozione di gatti, una volta individuata l’adozione desiderata, riusciva a ottenere la custodia del povero gattino riuscendo a superare i controlli pre-affido messi in atto dai volontari ignari. 

Dopo aver ottenuto l’affido, lo stesso sottoponeva gli animali a terribili sevizie mortali, successivamente fotografava e inviava le foto alle persone che gli avevano dato in affidamento i gatti. 
“Auspichiamo una condanna esemplare per questo essere abominevole” ha dichiarato Alessandro Mosso presidente di Associazione Animalisti Onlus. 

Condividi
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Technorati