L’Agenzia del farmaco adotta le 3R

L’Agenzia del farmaco (EMA) ha deciso, dopo 58 anni di rendere effettivamente operative le famose 3R (replacement, reduction e refinement). Abbiamo chiesto ad Alessandro Mosso presidente della associazione Animalisti Onlus e coordinatore del Movimento Animalista di Michela Vittoria Brambilla cosa ne pensa.

“Il principio delle 3R – spiega Mosso -, teorizzato nel 1959 dalla Universities federation of animal welfare (Ufaw), fa riferimento a tre fondamentali concetti:

  • la prima R sta per rimpiazzare/sostituire (replacement), ridurre (reduction) e rifinire/migliorare (refinement), quindi il ricercatore dovrebbe cercare di sostituire, il modello animale con un modello alternativo;
  • la seconda R intende ridurre il numero di animali utilizzati nei singoli protocolli sperimentali;
  • infine la terza R vuole rifinire, inteso come migliorare, le condizioni sperimentali alle quali sono sottoposti gli animali nelle varie fasi della sperimentazione.

Ora, con il trasferimento della sede da Londra ad Amsterdam tra il 2018 e 2019 – continua Alessandro Mosso -, l’Ema mette le mani avanti dichiarando: ‘sarà più difficile per l’Agenzia mettere questo fronte al centro delle attività, comunque rimarrà uno dei nostri obiettivi di lavoro’. Da troppo tempo si parla si promette e poi non si arriva mai a mettere fine al sacrificio animale in nome di una falsa scienza desueta e priva di progresso scientifico. Noi Animalisti, – conclude Alessandro Mosso – siamo determinati ad andare avanti con il lavoro per la sensibilizzazione di questa grave piaga scientifica chiamata vivisezione o sperimentazione che dir si voglia e confidiamo nel popolo europeo, sempre più vicino al progresso vero, quello che davvero si sforza all’etica scientifica e non alla scienza come mezzo economico delle categorie coinvolte, quali medici, ricercatori, legali, multinazionali e politici corrotti”

Condividi
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Technorati