Animalisti Onlus, correlazione tra abuso sugli Animali e pericolosità sociale

CORRELAZIONE TRA ABUSO SUGLI ANIMALI E PERICOLOSITA’ SOCIALE

16 febbraio 2019 Alessandria – Sala Consiliare – Piazza della Libertà 1

Primo Convegno su “correlazione tra abuso sugli animali e pericolosità sociale” con la partecipazione di un rappresentante del Parlamento Europeo e delle Autorità locali e provinciali. Sarà presente la mascotte dell’Associazione Animalisti, una lupa sequestrata dopo essere stata maltrattata e amputata da una persona.

In occasione del Convegno, Associazione Animalisti presenterà il progetto “Oasi Natura” per la tutela degli Animali abbandonati e maltrattati, un progetto che sarà portato in Europa con l’aiuto di alcuni politici che hanno a cuore questa causa. Il Convegno è stato fortemente voluto dagli organizzatori, infatti, studi scientifici e dati statistici hanno individuato l’esistenza di un collegamento tra crimini contro gli animali e quelli contro gli esseri umani.

Nel Crime Classification Manual dell’FBI, il maltrattamento di animali è considerato da anni un “top crime” oltre ad essere un indicatore di violenza e condotte antisociali.

Infatti, negli U.S.A. la violenza sugli animali, se prevenuta, intercettata, studiata, analizzata e monitorata è diventata un ottimo strumento di prevenzione del crimine, poiché, stabilito che tutte le forme di crudeltà (su animali e persone) sono collegate tra loro.

In Italia, i crimini contro gli animali non hanno ancora un codice nelle tabelle del Ministero degli Interni e la cronaca quotidiana ci racconta una sottovalutazione del fenomeno.

La finalità di questo convegno, indirizzata a tutti gli operatori del sociale, è volta ad informare e diffondere tale correlazione (link) e a fornire elementi operativi e giuridici che possano contribuire ad una soluzione legislativa e culturale di questa grave forma di violenza sia in Italia che in Europa.

Tra la prima e la seconda parte sarà offerto ai partecipanti un buffet vegano.

Evento facebook

Condividi
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Technorati